Due notizie per dare conto dello stato dell’arte. La prima riguarda la mia attività di blogging ed è che sono uscito da Nazione Indiana e sto per uscire da GAMMM. La vicenda dei litblog meriterebbe una discussione a parte che prima o poi riprenderò. La seconda è che sono tornato su Tumblr e che ci sto lavorando con dei microtesti di fantascienza che scrivo ormai da parecchio (anche su suggerimento di Andrea Raos). Il nuovo blog ha un titolo non nuovissimo ed è: Quando arrivarono gli alieni. Buona lettura/condivisione :-)


Splinder, lo storico servizio italiano di blogging, oggi viene dismesso. Con tutti i suoi difetti, quella piattaforma è stata per un bel pezzo LA blogosfera italiana ed è servita da incubatrice per diversi loschi figuri (me compreso) che ancora ingombrano le vicende della rete italica. Su Splinder ho fatto partire il mio primo blog (http://canopo.splinder.com), un laboratorio per me fondamentale sia in termini di comprensione delle logiche della rete che delle necessità a cui la mia scrittura voleva e doveva rispondere. Non c’è stupirsi, quindi, se mi abbandono volentieri alla nostalgia ;-)


Ho cercato di impostare la mia vita lasciando che fosse la letteratura a dimostrare di essere all’altezza della mia giornata. Ho sempre trovato vuota l’idea di una “vita da artista”, costruita attorno al testo, attenta, tale da permettere all’arte il suo progresso, la sua maturazione. Per conto mio, il punto è sempre stato che se quello che scrivo non regge la vita che faccio (con i suoi tempi disfatti dall’impiego, i suoi orizzonti limitati dal salario, la sua giornata intessuta dalle merci, dai media, dalla falsa coscienza, la sua materia, infine, corrotta e ottusa) allora è la scrittura ad essere impropria, a non aver dato luogo ad una propria, adatta fattispecie. Continue reading ‘Questo è bene; questo è quanto (per un buon 2012)’


le apparizioni

06dic11

Dalle distanze delle mie occupazioni sempre più dispersive e inconcludenti, segnalo una manciata di link che mi riguardano.

Prima di tutto, un post sul bellissimo nuovo blog Le parole e le cose, in cui appaiono due sequenze di Senza paragone:

http://www.leparoleelecose.it/?p=1762

In seconda battuta, un breve saggio di Giulio Marzaioli su Punto critico, che cita Tecniche di basso livello, insieme ai testi di Biagio Cepollaro e Vincenzo Ostuni (per me, due preziosi compagni di viaggio):

http://puntocritico.eu/?p=3090

Infine, altre due citazioni di Tecniche di basso livello, questa volta in Lettere a nessuno, il blog di Roberta Salardi:

http://voltandopagina.splinder.com/post/25612851/

http://voltandopagina.splinder.com/post/25613513/

That’s all folks, ci sentiamo!


Segnalo che su Alfabeta2 è on line un mio articolo su GAMMM e la relazione peculiare che il nostro caro blog di traduzioni e letteratura di ricerca intrattiene con la dimensione internazionale, anzi transnazionale, della letteratura contemporanea.

L’articolo è qua: http://www.alfabeta2.it/2011/07/17/gammm-e-la-weltliteratur-2-0/

Buona lettura!




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 198 follower