accessibilità al testo

19Feb09

Continua a tornarmi in mente che uno dei tratti che introduce la produzione letteraria on line nello spazio della letteratura è sicuramente l’accessibilità, una dimensione che mutua dalla comunicazione (che è poi l’ambito in cui questa nuova produzione si attua) e che trova alcune delle sue implementazioni nella ridondanza, nei grandi numeri, nell’elevato tasso di rumore che la rete comporta.

In verità, per ora, non ho molto da aggiungere a riguardo. Si tratta solo di uno spunto che continua a spuntare, ecco. Noto solo che usciamo da un secolo che dell’oscurità del testo (intesa in un modo o in un altro) ha fatto uno degli strumenti di una (grandissima) stagione di proposte, opere e tecniche. Chiaramente, se la produzione massiva di scrittura smonta l’idea del canone, se la riduzione dei testi allo status di contenuto indebolisce il discrime dello stile, anche la condizione accessibile delle opere avrà un’ulteriore effetto sul nostro modo di intendere la letteratura. Però, noto anche questo: la rete richiede che sia garantita l’accessibilità al testo, non necessariamente ai suoi contenuti.



No Responses Yet to “accessibilità al testo”

  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: